Renzi agli imprenditori Agia: "Sono con voi"

Assemblea Agia in Expo 2015 a Milano, con i saluti in videoconferenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi. Il suo messaggio è stato accolto con un applauso, riferito ai giovani imprenditori agricoli della Cia. Nel saluto che Renzi ha rivolto all’assemblea dell’Agia, ha sottolineato: “Avete di fronte sfide fondamentali e in questo compito avete il mio sostegno”. La presidente di Agia Maria Pirrone ha commentato: “E’ un segnale molto positivo quello che ci dà il premier, è la dimostrazione che l’agricoltura resta centrale nello sviluppo del paese. Restano molti i nodi irrisolti per l’agricoltura italiana, soprattutto per le imprese condotte dai giovani, ma l’incoraggiamento di Matteo Renzi va colto come uno stimolo ad operare per il meglio da parte nostra e come una promessa del Premier a sostenere lo sviluppo dell’agricoltura”.

Peraltro il presidente di Cia Dino Scanavino nella sua relazione ai giovani agricoltori ha posto di nuovo l’accento sull’opportunità che l’agricoltura offre ai giovani: se l’impresa agricola avrà la possibilità di svilupparsi nella multifunzionalità integrando la filiera ma anche l’attività turistica e quella di tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e storico monumentale del paese, è possibile creare in cinque anni centomila posti di lavoro.

Ed è proprio questa la sfida fondamentali che Renzi ha sottolineato accanto a quella della difesa della biodiversità e della qualità dei prodotti agricoli italiani.

Durante l'incontro mattutino era presente anche Gabriele Carenini, vicepresidente regionale Cia Piemonte. “La Cia, attraverso Agia, ha dimostrato di avere talenti che si sono già affermati imprenditori di successo, seppur giovani – ha commentato Carenini -. I nostri giovani associati, con il loro slancio, rappresentano “l'agricoltura 2.0”, quella in cui la promozione, la vendita e la conoscenza passano anche attraverso le potenzialità di Internet”.
All'incontro in Expo era presente anche il presidente provinciale Agia Davide Garoglio.