Detrazione per arredo

Il cosiddetto "Bonus arredi" è stato prorogato dalla Legge di Stabilità 2016 fino al 31/12/2016 e alle stesse condizioni.
Rientrano nel Bonus Arredi le spese sostenute per acquisi di arredi degli immobili oggetto di ritrutturazione edilizia, in particolare spese per mobili nuovi, per grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore a A+ (per i forni classe A), e per apparecchiature dotate di etichetta energetica e apparecchiature per l'illuminazione, sono comprese anche le spese per trasporto e montaggio degli arredi purché pagate nelle modalità previste dalla legge. Non sono comprese nel bonus le spese per porte, tende, tendaggi e pavimentazioni.
Le spese per gli arredi di abitazioni oggetto di interventi di ristrutturazione devono essere state sostenute dal contribuente tra il 6 giugno 2013 e il 31/12/2015, la detrazione è per il 50% e nel limite massimo di euro 10 mila.