La crisi del comparto cerealicolo il servizio di Telecity

Il Coordinamento provinciale di Agrinsieme lancia un segnale di allarme per il comparto cerealicolo, focalizzando l’attenzione sull’eccessiva contrazione dei prezzi all’ingrosso del grano.
Quest’anno, i prezzi hanno visto una diminuzione continua rispetto a quelli delle scorse campagne 2012 e 2013. Il grano prodotto nel 2012, ad esempio, nel Listino di giugno 2013 era quotato in media a 240 euro a tonnellata. Il frumento del 2013, a maggio 2014, risultava valere circa 190 euro/ton. La Borsa merci del 14 luglio ha quotato circa 175 euro a tonnellata.
Per gli agricoltori, quindi, sono state perse ben 65 euro a tonnellata! Se si calcola che la media produttiva ad ettaro è pari a 5,5/6 tonnellate, si evince che rispetto allo scorso anno sono andati in fumo circa 350 euro per ogni ettaro coltivato.




  src="//www.youtube.com/embed/0Mi_092LfN4" span="">