Protesta contro l'abolizione dei dazi sul riso

Manifestazione a Vercelli per protestare contro i dazi zero dell'UE sull'importazione del riso

Ci saranno anche i soci risicoltori della CIA di Alessandria al presidio di protesta per il riso che si svolgerà martedì 15 luglio a Vercelli. Nei prossimi giorni, saranno bloccate le borse merci che si occupano della vendita del riso nelle città di Novara, Vercelli, Pavia e Milano.
Motivo della protesta: l'apertura dell'importazione dall'estero (in particolar modo Asia) a seguito dell'azzeramento dei dazi doganali da parte dell'Unione Europea. Gli imprenditori del comparto sono in forte preoccupazione per l'effetto del crollo dei prezzi che produrrà una concorrenza sleale, attraverso le importazioni dei Paesi terzi. Inoltre, la CIA spiega che se non si ferma l'importazione selvaggia di riso a dazio zero dai Paesi meno avanzati, il settore subirà un tracollo permanente e con esso si metterebbe a rischio l'equilibrio idrogeologico della zona compresa tra il Po e il Ticino.
I risicoltori, nei momenti di protesta, chiederanno l'adozione di adeguati provvedimenti durante il semestre di presidenza italiana a Bruxelles per salvaguardare la produzione dei territori; la Commissione europea presto dovrà esprimersi riguardo al Dossier che prevede la clausola del limite quantitativo alle importazioni di riso proveniente dalla Cambogia. Ad aderire all'appello (e alla formulazione del Dossier) è anche la CIA all'interno di Agrinsieme (insieme a Confagricoltura e Alleanza delle cooperative).
Commenta Germano Patrucco, responsabile CIA della zona di Casale Monferrato, fortemente interessata alla coltivazione di riso: "Senza le opportune difese da attuare alle frontiere relativamente al prodotto che proviene da agricolture con costi di produzione non comparabili a quelli europei, la risicoltura italiana rischia di essere fortemente compromessa, mettendo a rischio un territorio che non potrebbe essere riconvertito ad altre colture; tutto questo comporterebbe gravi ripercussioni sul tessuto economico e occupazionale della provincia. Inoltre, una risicoltura ridimensionata coinvolgerebbe anche l'attività dei Consorzi irrigui, in quanto i risicoltori non avrebbero più interesse a mantenere quella rete che finora ha salvaguardato il territorio da dissesti idrogeologici e alluvioni".
Durante la prossima settimana saranno sospese a rotazione le compravendite in tutte le Borse merci. Il calendario delle manifestazioni è così strutturato: lunedì 14 luglio a Novara, martedì 15 a Vercelli al mattino e a Milano al pomeriggio, il 16 luglio a Pavia e il 18 a Mortara.