Parte da Visone la sperimentazione sui repellenti contro la fauna selvatica.


E’ iniziata venerdì 11 aprile 2014, nel comune di Visone, nell’Acquese, la prova di contenimento dei danni causati dalla fauna selvatica. Si è partiti distribuendo la sostanza repellente (in pratica un concime fogliare a titolo 2-0-10 di produzione francese) su germogli di vite di circa
10 cm. di lunghezza,  per mezzo di una particolare attrezzatura in grado di lavorare a bassissimo volume (20 litri/ettaro di soluzione). Secondo le prove francesi, la sostanza andando a “distribuirsi” sulle foglie di vite le rende inappetenti soprattutto ai caprioli. Il prodotto non è fitotossico, anzi stimola la vegetazione e sempre da prove d’oltralpe non lascia residui nella produzione. Se ne testeranno gli effetti anche su fruttiferi e mais. E’ previsto un secondo passaggio a distanza di 2-3 settimane.

 

I tecnici dell’Atc con la collaborazione scientifica di Cadir Lab e dei tecnici delle OO.PP.AA. monitoreranno le superfici trattate per valutare l’effettiva funzionalità del prodotto repellente.

 

Fabrizio Bullano del Cipa-at di Alessandria e Manuela Barisone della C.I.A. di Acqui Terme collaborano fattivamente al progetto e sono a disposizione degli agricoltori per ogni chiarimento.