Legambiente boccia Alessandria

Legambiente ha pubblicato il report Mal’aria, che analizza la qualità dell’aria di 97 città italiane negli ultimi cinque anni (2014-2018), confrontando le concentrazioni medie annue delle polveri sottili (Pm10 e Pm2,5) e del biossido di azoto (NO2).
Secondo la classifica, in Piemonte ottiene un voto sufficiente solamente Verbania (voto 7) mentre le altre province capoluogo sono sotto la sufficienza e Torino è fanalino di coda con voto zero perché nei cinque anni considerati “non ha mai rispettato nemmeno per uno solo dei parametri il limite di tutela della salute previsto dall’OMS”.
Secondo la pagella Legambiente, questo è il voto assegnato alle province piemontesi, oltre alle città già citate: Cuneo – voto 4; Alessandria, Asti, Biella e Vercelli voto 3; Novara, 1.
Vedendo l’interpretazione positiva, non si può che migliorare.