Consorzio Brachetto: rinnovato il CdA

Dopo la prematura scomparsa del vicepresidente Alberto Lazzarino, il Consorzio del Brachetto ha rinnovato il Cda, in seduta virtuale, valido fino al 2021. Eletto vicepresidente Alberto Canino, enologo per 28 anni alla Tosti di Canelli e con esperienze professionali in vari gruppi vinicoli.

Confermato l’incarico del socio Cia Bruno Fortunato, in qualità di vicepresidente del Consorzio (guidato da Paolo Ricagno) per la parte agricola.

Commenta il vicedirettore Cia Alessandria Cinzia Cottali: “Il Brachetto ha vissuto anni difficili e le rese si sono abbassate a tal punto da rendere non più sostenibile il reddito delle nostre aziende. Cia è al fianco dei produttori e auspichiamo una ripresa del comparto, a fronte di sacrifici e impegno elargito dai nostri produttori”. Aggiunge Fortunato: “L’elezione di Canino porta alle aspettative che abbiamo verso l’industria in un aiuto nel proseguire nella campagna di promozione. Qualche riferimento positivo ai risultati 2019 c’è stato, seppur timido e non ancora sufficiente, ma speriamo che con il proseguimento della promozione, tra le parti unite, si verificheranno importanti risultati. L’intenzione è riprendere le azioni di promozione frenate dal Coronavirus, a partire dalla prossima vendemmia. Lo sforzo che i produttori sostengono, anche economico, darà i suoi frutti nel corso del tempo”.

Cia Alessandria formula i migliori auguri di buon lavoro al nuovo CdA.