Tutela degli insetti pronubi e delle api

La salvaguardia degli insetti pronubi e delle api deve essere una priorità per tutti coloro che operano in agricoltura. Uno studio della FAO del 2016 ha evidenziato come l’80% della produzione alimentare in Europa sia direttamente dipendente dall’impollinazione delle api e degli altri insetti pronubi.
Spiega Fabrizio Bullano, responsabile tecnico Cia Alessandria: “Tutti i prodotti fitosanitari utilizzati per difendere dalle malattie le produzioni agricole possono arrecare danni, non solo gli insetticidi ma anche erbicidi e fungicidi. D’altro canto è impensabile abbandonare del tutto il loro utilizzo se non vogliamo avere cali notevolissimi di produzione e gravissimi problemi di approvvigionamento alimentare. Allora occorre trovare un equilibrio e utilizzare gli agrofarmaci in sicurezza e in modo sostenibile, rispettando quelle che sono le indicazioni di etichetta e le leggi come quella regionale”. La legge in questione è la n. 1 del 2019, che all’articolo 96, comma 9, prevede: “Al fine di tutelare gli allevamenti apistici da sostanze tossiche, sono vietati i trattamenti antiparassitari con fitofarmaci ed erbicidi tossici per le api sulle colture arboree, erbacee, ornamentali e spontanee durante il periodo di fioritura, dalla schiusura dei petali alla caduta degli stessi. I trattamenti sono, altresì, vietati se sono presenti secrezioni nettarifere extrafiorali su piante con presenza di melata o qualora siano in fioritura le vegetazioni sottostanti, tranne che si sia proceduto allo sfalcio di queste ultime ed all'asportazione totale delle loro masse, o si sia atteso che i fiori di tali essenze si presentino completamente essiccati in modo da non attirare più le api”.
Chiaramente queste norme non valgono solo per i produttori agricoli, che sono ben consci del ruolo svolto da questi insetti, ma anche per i gestori del verde ornamentale e soprattutto per tutti noi cittadini che coltiviamo piccoli appezzamenti di terreno a livello hobbistico.
Quindi occorre rispettare due semplici regole:
NON USARE AGROFARMACI, IN PRESENZA DI FIORI O MELATA e in caso di fioriture spontanee prima di effettuare un trattamento fitosanitario sfalciare, lasciare appassire e asportare la massa vegetale ottenuta. Queste norme valgono per chiunque operi con prodotti fitosanitari e bisogna ricordare anche di non trattare in presenza di vento per evitare fenomeni di deriva.