La Festa del Cristo, successo per il Corso dell'Agricoltura Cia

E' stata una meravigliosa festa quella del quartiere Cristo ad Alessandria, dove Cia è stata uno dei partner organizzatori, portando l'agricoltura in città. Corso Acqui è stato infatti ribattezzato "Il Corso dell'Agricoltura", con un doppio senso che rimanda anche al passato: filo conduttore, infatti, è stata l'evoluzione dell'agricoltura nel tempo, valorizzando le tradizioni arricchite dai saperi di oggi e dalle tecnologie moderne.
Per tutto il giorno, gli stand dei produttori sono stati presi d'assalto da curiosi, assaggiatori, clienti, appassionati di agricoltura che hanno scoperto (o ritrovato) le aziende agricole del nostro territorio. Trenta postazioni allestite da Cia e moltissimi momenti di intrattenimento hanno caratterizzato domenica 13 ottobre nel cuore del quartiere più popoloso della città, a partire dagli uffici Cia, aperti per l'occasione, in corso Acqui 76. Dal nostro ufficio, spazio all'agricoltura: la Cia non si è fatta mancare nemmeno lo "street food" agricolo, con carni alla griglia, birra agricola, lumache, torte di nocciola, polenta e gorgonzola. Il palato è stato gratificato anche dalle decine di postazioni dei produttori del nostro territorio che hanno effettuato vendita diretta e degustazioni. Tra i prodotti proposti: zucche, confetture, pane, nocciole e biscotti, formaggi, vino, piante aromatiche e da esposizione, fiori e bonsai, farine, pesce, miele, frutta e verdura, agnolotti, lingue di suocera e grissini, paste di meliga e altro.
Molto stupore hanno destato i trattori di ultima tecnologia di John Deer, in esposizione grazie al concessionario Casalone, e quelli dell'azienda Sartirana Giancarlo (nominato "Imprenditore di successo 2018" dalla Camera di Commercio), affiancati ai mezzi agricoli d'epoca: un salto nel tempo di circa 50 anni che ha mostrato l'evoluzione tecnologica in questo senso.
Anche i bambini hanno avuto il loro spazio, con le attività proposte da Andrea Bajardi e la sua azienda Raglio di Luna (Sezzadio) forti della loro certificazione di Fattoria Didattica: i bambini hanno conosciuto meglio il mondo delle api e la produzione del miele, con la spiegazione semplice - ma curata ed efficace - del titolare di azienda, che ha trasmesso nozioni e conoscenze con disegni, colori e telai per la deposizione del miele.
Rapporto cane-uomo e buone regole per la convivenza civile (con esercizi di educazione) li ha proposti la Contea di Devon, allevamento di Jack Russell Terrier a Capriata d'Orba, con alcuni cuccioli e capi adulti dell'allevamento cinofilo.
Informazione e focus di approfondimento li hanno permessi Riccardo Pizzorno e Flaminio de Castelmur con la postazione di "Edicola Signorelli", il v-log più attuale e innovativo della città. I due conduttori hanno intervistato i produttori agricoli e i dirigenti Cia, e parlato di agricoltura con entusiasmo e da un interessante punto di vista.
Oltre all'agricoltura con Cia, il quartiere Cristo è stato caratterizzato dai banchi del famoso mercato di Forte dei Marmi, dai commercianti che hanno aperto le loro attività in via straordinaria, dimostrazioni sportive e artistiche, giochi e attrazioni.
Commenta il direttore Cia Alessandria Paolo Viarenghi: "La Festa del Cristo è stata una manifestazione certamente riuscita e Cia ha contribuito in larga parte al suo successo. La zona dedicata all'agricoltura si apriva dai nostri uffici, aperti al pubblico per tutta la domenica, e si estendeva per circa un chilometro. In questo quartiere ci abbiamo sempre creduto, come dimostra l'investimento fatto per aprire un nuovo punto di riferimento al civico 76 di corso Acqui, e impegnandoci per organizzare e mantenere attivo il mercato agricolo settimanale dei nostri produttori, inaugurato un anno e mezzo fa, ogni giovedì mattina in piazza Ceriana". Conclude il presidente provinciale Cia Gian Piero Ameglio: "I produttori associati hanno aderito con entusiasmo alla nostra iniziativa e le loro aspettative non sono andate deluse: il grande passaggio di gente e l'organizzazione accurata della giornata che Cia ha realizzato, hanno contribuito al pieno successo di questa edizione della Festa, nota alla città ma per la prima volta con il coinvolgimento della nostra Organizzazione. Certamente sarà occasione da non perdere i prossimi anni, con tante nuove iniziative e ancora più produttori partecipanti".