Torchio d'oro, anche le aziende Cia in concorso

C’erano anche le aziende associate Cia Massimo Crova e Fratelli Gaviati a partecipare alla ventisettesima edizione del concorso enologico Il Torchio d'Oro di Casale Monferrato, vinto da Spinoglio e Colle Manora. Alla cerimonia di premiazione c'era anche il direttore provinciale Cia Paolo Viarenghi.
Spiega il presidente provinciale Gian Piero Ameglio: “La viticoltura, in questo momento di difficoltà, si presenta con le sue punte di eccellenza arrivando anche all’estero, mercato in sviluppo che offre nuove opportunità. Il concorso Torchio d’Oro è uno stimolo per credere nella capacità del nostro territorio e continuare a investire nelle nostre terre”.
Una selezione che ha visto al lavoro la giuria composta da enologi, enotecnici ed esperti del settore valutare i ben 131 vini presentati dalle 32 aziende vitivinicole monferrine partecipanti: le degustazioni si sono tenute all’Istituto Luparia di San Martino di Rosignano lo scorso 30 maggio 2019.
«Il Torchio d’Oro è una tradizione consolidata del nostro territorio, che ha come obiettivo fondamentale il miglioramento qualitativo della viticoltura e della vinificazione, per una promozione delle nostre tipicità e una diffusione del panorama enogastronomico e turistico del Monferrato casalese. Per questo motivo, nei prossimi anni il concorso sarà ancor più al centro del rilancio che da quest’anno ha avuto la Festa del Vino del Monferrato Unesco», hanno concluso il sindaco Federico Riboldi e l’assessore Daniela Sapio.