Ismea e insediamento Giovani 2018

Metterà a disposizione risorse per 60 milioni di euro e incentivi fino a 70 mila euro ad azienda. Il nuovo bando Ismea 2018 è stato approvato con determina del direttore generale Ismea e andrà in Gazzetta Ufficiale a giorni.
Il bando è articolato in due lotti, in base alla localizzazione geografica delle operazioni fondiarie: Centro-Nord, Sud e Isole. Saranno beneficiari i giovani agricoltori, con un'età compresa tra i 18 e i 40 anni non ancora compiuti (anche se organizzati in forma societaria), che intendono insediarsi per la prima volta in un'impresa agricola, in qualità di capo-azienda. Sono esclusi dalle agevolazioni i giovani che si insediano in aziende create dal frazionamento di aziende esistenti.
La presentazione della domanda di ammissione alle "agevolazioni per l'insediamento di giovani in agricoltura" avviene telematicamente, mediante portale dedicato accessibile anche dal link nel sito Ismea. La domanda va compilata da un soggetto accreditato presso il portale. I tecnici Cia sono a disposizione per compilare le pratiche (www.ciaal.it).
Ai giovani sarà concesso un contributo in conto interessi nella misura massima di 70 mila euro, erogabile per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento e, dunque, all'avvio dell'ammortamento dell'operazione. E per il 40% all'esito della corretta attuazione del piano aziendale, allegato alla domanda di partecipazione.
Spiega Paolo Barbieri, consulente tecnico Cia Ovada: “L’agevolazione prevede un contributo in conto interessi per l’acquisto di un’azienda agricola con patto di riservato dominio (Leasing) per interventi non inferiore a 250.000€ e non superiore a 2.000.000€. Con questa formula ISMEA acquista l’azienda e il primo insediato ne sarà proprietario solo alla fine del pagamento delle rate. Le rate di ammortamento saranno semestrali e potranno avere una durata di 15, 20 o 30 anni. In Cia forniamo il supporto necessario per la presentazione delle domande”.