Il presidente Baldi riceve la Cia

La Cia di Alessandria ha chiesto un incontro con il presidente della Provincia Gian Franco Baldi, che ha ricevuto una rappresentanza della Confederazione per discutere degli argomenti più contingenti per il comoparto agricolo alessandrino. All'incontro, che si è svolto ieri a Palazzo Ghilini, erano presenti il presidente provinciale Gian Piero Ameglio, il direttore Carlo Ricagni, i rispettivi vice Italo Danielli e Giuseppe Botto, il presidente di Zona di Alessandria Massimo Ponta. La Cia ha elaborato un documento di sintesi con i punti principali per cui ha chiesto attenzione alle Istituzioni. In primo luogo i danni da fauna selvatica (la nostra Confederazione appoggia con favore il piano di intervento presentato dalla Provincia) e la situazione incontrollata che si è creata con il sovrapopolamento degli ungulati (nelle zone di Acqui Terme e Ovada si riscontra estrema gravità); la tangenziale di Alessandria, per cui la Cia ha proposto il rilascio di autorizzazioni temporanee speciali per gli agricoltori aventi la necessità di transito verso i loro terreni; le casse di esondazione a difesa dei centri abitati (l'agricoltura salva, a suo discapito, la città in occasione delle esondazioni dei fiumi, ricorrenti sul nostro territorio); promozione dell'attività agricola e snellimento burocratico.

Il presidente Baldi si è mostrato particolarmente sensibile alle esigenze illustrate, anche in virtù della sua esperienza di sindaco (del Comune di Cassine) che lo lega in modo stretto agli interessi dell'agricoltura.