Contratti d'affitto

CONTRATTI D'AFFITTO

Presso i nostri uffici è attivo il servizio di redazione, registrazione e rinnovo dei contratti d’affitto.

Chi decide di concedere o prendere in affitto una casa ha a disposizione due tipologie di contratti:

• contratto "a canone libero": in esso i contraenti possono decidere liberamente l’ammontare del canone e le altre condizioni della locazione con l’unico obbligo di rispettare la durata minima -  contratti di durata 4 anni + 4 di rinnovo;

• contratto “a canone concordato”: in tal caso, il corrispettivo viene pattuito in base ad alcuni criteri stabiliti in accordi stipulati tra le organizzazioni degli inquilini e quelle dei proprietari per alloggi che si trovano in uno dei Comuni ad elevata “tensione abitativa” - contratti di durata 3 anni + 2 di rinnovo obbligatorio.


I due regimi a cui possono essere assoggettati i redditi da locazione abitativa di immobili sono i seguenti:

tassazione ordinaria: il contribuente può abbattere il 5% dei redditi percepiti con la locazione di un immobile ed assoggettarli ad IRPEF;

cedolare secca: il contribuente applica un’imposta sostitutiva dell’IRPEF, delle addizionali, dell’imposta di bollo e di registro sulla registrazione del contratto pari al 21% per i contratti a canone libero, al 10% per i contratti a canone concordato, che permette ai contribuenti di sottrarre i redditi derivanti dalla locazione di immobili dalla tassazione progressiva ad aliquote di imposta crescenti.