Incidente di Andria: mancano le politiche di sviluppo nelle aree rurali (pubbl. 13.07.16)

Il disastro dell'incidente dei treni ad Andria fa riflettere sulle sempre maggiori difficoltà delle zone rurali e alla mancanza di politiche di sviluppo di queste aree. I trasporti e le infrastrutture, in questo caso, ne sono un limpido esempio.

La programmazione italiana, politica e di investimenti, deve necessariamente essere declinata al miglioramento e alla messa in sicurezza dei terreni marginali e di quelli a valenza anche agricola. La mappatura del territorio nazionale deve essere focalizzata sulla scelta delle aree di intervento su cui concentrarsi per limitare la carenza di servizi di base, intesi come precondizione allo sviluppo dei territori.

Il pensiero di vicinanza della Cia va alle famiglie delle vittime, ai feriti e ai famigliari dell'agricoltore rimasto coinvolto del tragico incidente, mentre lavorava vicino alle sue piante di ulivo.