"Collegato agricolo" alla Legge di Stabilità: il commento Agia (pubbl. 08.07.16)

Con la definitiva approvazione del cosiddetto “collegato agricolo”, il cui iter parlamentare è iniziato circa due anni fa, diventano Legge dello Stato le “Società di Affiancamento” e la “Banca delle terre agricole” due strumenti innovativi per favorire l’accesso all’agricoltura dei giovani. Si tratta in particolare degli articoli 6 e 16 del DL 1328-B votato dal Senato in terza lettura.

“Si tratta di due capitoli - ha detto il presidente di Agia Maria Pirrone- su cui la nostra Associazione si è molto impegnata e sono proposte che sentiamo nostre, quindi non possiamo che accoglierle con favore. Certamente - ha continuato Maria Pirrone - non sono l’unica soluzione per il ricambio generazione nel settore anche se combinate con i diversi altri strumenti già attivi, Piani di Sviluppo Rurale e strumenti di #generazionecampolibero, possono svolgere il ruolo di acceleratori di sviluppo”.

Con l’art. 6 nasce una nuova forma societaria, la “società di affiancamento per le terre agricole”, la quale mettendo insieme ultra-sessantacinquenni o pensionati e giovani consentirà una forma inedita sia di trasferimento graduale della gestione dell’impresa agricola sia delle conoscenze, segnatamente quelle non codificate, dagli anziani verso i giovani in un ottica di vantaggio reciproco.

Ai sensi dell’art. 16, entro tre mesi dall’entrata in vigore della Legge, sarà istituita presso l’ISMEA la Banca delle terre agricole con l’obiettivo di costituire un inventario completo della domanda e dell’offerta dei terreni e delle aziende agricole che si rendono disponibili anche a seguito di abbandono dell’attività produttiva e di prepensionamenti.

“Dichiariamo la disponibilità di Agia a collaborare fin da ora all’attuazione di questi strumenti per i Giovani Imprenditori Agricoli anche forti della fattiva collaborazione che già abbiamo avviato con l’Associazione Pensionati della Cia”.

“Come Presidente nazionale di Agia voglio ringraziare anche coloro che mi hanno preceduto, infatti tutto iniziò con la nostra Assemblea del 2003 per la Banca della Terra e, per le Società di affiancamento, con l’Assemblea Agia del 2005 con quella che fu chiamata “l’idea originale”, e grazie quindi alla tenacia di Gianluca Cristoni, Gianfranca Pirisi e Luca Brunelli oggi idealmente festeggiamo tutt’insieme questo risultato”