Progetti di monitoraggio

Gruppi di Monitoraggio di Flavescenza Dorata della Vite.

Il contenimento di Flavescenza Dorata si attua principalmente attraverso due interventi: lotta insetticida ed estirpo delle piante infette, come previsto dal decreto di Lotta Obbligatoria istituito nel 2000 e reiterato ogni anno. Gli interventi insetticidi sono efficaci e raggiungono lo scopo se sul territorio arrivano tempestivamente ed in maniera univoca le indicazioni sulla loro distribuzione. Fondamentale perciò conoscere come evolve il ciclo di Scaphoideus titanus. A questo proposito, negli ultimi anni, sono stati creati dei gruppi di monitoraggio che a livello locale rilevano il comportamento dell’insetto e permettono di intervenire nei tempi e nei modi più corretti.

Il primo gruppo di monitoraggio è stato messo insieme nel Monferrato Casalese grazie all’iniziativa della Comunità Collinare “Munfrin”. Si è partiti dal presupposto che, per combattere la fitoplasmosi, tutti gli attori della filiera viticola devono essere uniti e “parlare con la stessa voce” per quanto riguarda la lotta all'insetto vettore di Flavescenza Dorata. Pertanto si sono messi insieme i viticoltori, i tecnici delle Organizzazioni Professionali Agricole, i tecnici della Provincia di Alessandria e si è chiesto al Settore Fitosanitario Regionale di coordinare tutto il lavoro.

Grazie all’apporto di tutte queste figure e in collaborazione con il Comitato di Difesa delle Colture Agrarie, durante la campagna viticola sono predisposti e affissi appositi bollettini, che danno le giuste indicazioni di intervento.
Negli ultimi anni i progetti di monitoraggio hanno assunto un ruolo centrale nel tentativo di contenere la fitoplasmosi e si sono diffusi in tutto il Piemonte.