Il Caf multilingue per stare al passo coi tempi

Operatori romeni, marocchini, colombiani, albanesi: sono i professionisti madrelingua di cui si avvale la Cia per gli sportelli del Caf (Centro di Assistenza Fiscale) di Alessandria in periodo di disbrigo pratiche e dichiarazione dei redditi.
Gli stranieri avranno più facilità nel condurre le pratiche con il confronto degli esperti che parlano la loro stessa lingua (naturalmente, continua l'attività per i clienti italiani, con gli esperti Cia che parlano anche il dialetto alessandrino, per capirsi meglio con l'utenza più anziana!).
"E' una scelta voluta per migliorare il servizio reso agli utenti che non parlano l'italiano o che hanno difficoltà a farlo - spiga Giampiero Piccarolo, responsabile Servizi alla Persona del Caf Cia di Alessandria -. Il nostro obiettivo è favorire il dialogo nel migliore dei modi, soprattutto nello svolgimento degli iter dell'articolata normativa fiscale, a volte complessa da gestire anche per gli italiani. Avere consulenti che mediano le difficoltà linguistiche consente un migliore sviluppo dell'attività di assistenza offerta".
Ricordiamo che la campagna redditi, già avviata, è molto ampia: come previsto dalla normativa, i 730 ordinari possono essere fatti fino al prossimo 8 luglio; la liquidazione avverrà sugli stipendi di luglio o sulla pensione di settembre, in modo ordinario; la prima scadenza cui adempiere è l'acconto IMU del 16 giugno.
Per la dichiarazione dei redditi, è possibile prenotare l'appuntamento con il Caf della Cia di ogni centro zona (Alessandria, Novi ligure, Tortona, Ovada, Acqui terme, Casale Monferrato), presentandosi in sede, telefonando oppure scrivendo una mail.