Il nostro territorio al Vinitaly2016

Per la sua cinquantesima edizione, il Vinitaly di Verona si conferma essere l'appuntamento di riferimento internazionale per il settore vitivinicolo, con un indotto generato di otto milioni di euro per incoming, strutture e servizi alle aziende e agli operatori professionali, arrivati da 140 Paesi. Incontri b2b, degustazioni per favorire gli affari, tasting e alta ristorazione hanno affiancato la narrazione della storia del vino italiano nei giorni di fiera (10-13 aprile 2016). Ma la fiera, oltre a celebrare la grande tradizione, è anche il momento per concentrarsi sugli obiettivi futuri con un rinnovato sguardo sulle direzioni di mercato, le preferenze dei target, le innovazioni di settore. Molto vivace e frequentato, in tutti i giorni di fiera, è stato il Padiglione del Piemonte che ha espresso tutte le potenzialità e spiegato le realtà di eccellenza del nostro territorio. Qui erano presenti anche lo stand istituzionale della Cia e alcuni dei produttori della provincia di Alessandria. Le aziende protagoniste sono state: Castello di Tassarolo, Facchino, Franco Ivaldi, Gaggino, I Pola, La Ghibellina, Tenuta San Pietro, Saccoletto Daniele, le Cantine Sociali del territorio e i Consorzi di Tutela della provincia. Tutti accomunate dalla consolidata professionalità e dalla qualità delle produzioni, tutti interpreti di un appuntamento che, anno dopo anno, accresce il livello di specializzazione e business. Appuntamento con Vinitaly 2017, per l'edizione numero 51.