PSR: approvazione e progettualità

Con Decisione della Commissione europea, è stato definitivamente approvato il Programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione Piemonte per il periodo 2014-2020.
Possono accedere al sostegno del PSR diverse tipologie di beneficiari e potenziali beneficiari sia singoli che associati, soggetti riuniti in partenariati e aggregazioni e le cui caratteristiche specifiche sono dettagliate nei singoli bandi.
“Il nuovo PSR rappresenta una grande opportunità per le aziende agricole – commenta il responsabile Cipa-at di Alessandria, Fabrizio Bullano  - che hanno a disposizione quasi 1 miliardo di euro per migliorare la propria redditività, ammodernarsi, rendere più sostenibili le loro produzioni. Particolare rilievo hanno i pagamenti agro-climatico-ambientali, che promuovono tecniche di produzione e di gestione compatibili con la tutela dell’ambiente,  delle risorse naturali e del paesaggio. Invitiamo gli imprenditori agricoli a contattare i tecnici di riferimento della Cia e di partecipare alle prossime Assemblee Zonali per avere approfondite informazioni ”.
Dopo una grande attesa, finalmente ci sarà la possibilità di attuare interventi adeguati per quanto riguarda l’inserimento dei giovani e i miglioramenti aziendali – dichiara il direttore provinciale Cia Alessandria Carlo Ricagni -. Il compito della nostra Organizzazione, ora, è indirizzare le aziende con le loro aspettative verso un risultato che porti un adeguato rinnovamento agricolo nei prossimi cinque anni”. “L’Organizzazione non ha avuto molto tempo per l’analisi dei meccanismi da attuare, ma da una prima visione pare abbastanza complesso l’adeguamento aziendale in provincia – spiega il presidente provinciale Gian Piero Ameglio ma facciamo affidamento sulle Istituzioni competenti per la percorribilità di tutti gli iter richiesti. La speranza è che siano utilizzate tutte le risorse possibili a disposizione e che portino ricaduta positiva sul territorio”.
Il Piemonte potrà contare su una dotazione di fondi che potranno essere utilizzati per tutte quelle azioni legate al potenziamento della competitività del settore agricolo e forestale, della sua salvaguardia, agli aiuti per l'ammodernamento delle aziende, al sostegno ai giovani per l'insediamento iniziale e l'adeguamento strutturale delle aziende. 
Gli incontri fissati per illustrare tutte le novità agli imprenditori si svolgeranno ad Alessandria lunedì 18 gennaio, a Casale Monferrato venerdì 22 gennaio, a Tortona mercoledì 27 gennaio, a Ovada martedì 26 gennaio, ad Acqui terme giovedì 28 gennaio, a Novi ligure venerdì 29 gennaio.