Patentino fitofarmaci: dal 26 novembre obbligo di possesso

Dal 26 novembre 2015 scatta l’obbligo di possesso del patentino per chiunque intenda acquistare e/o utilizzare agrofarmaci, e tutte le altre sostanze necessarie nei trattamenti delle piante coltivate. Si potrà conseguire il patentino previsto dalla legge (recepimento di una direttiva dell’Unione Europea) frequentando un corso di 20 ore, diviso in almeno sei incontri, al termine del quale si dovrà sostenere un esame. Chi è in possesso di specifici titoli di studio (laureati in chimica, medicina e chirurgia, medicina veterinaria, scienze biologiche, farmacia, i diplomati in farmacia e i periti chimici) è esentato dalla partecipazione al corso, ma deve sostenere l’esame.
La formazione riguarda anche le due figure professionali dei distributori e consulenti di prodotti fitosanitari. Il “certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo” dei prodotti fitosanitari (questo il nome corretto del patentino), rilasciato alle persone maggiorenni, è personale, mantiene la sua validità su tutto il territorio nazionale per cinque anni e deve riportare i dati anagrafici e la foto dell’intestatario, la data di rilascio e quella di scadenza, oltre la quale deve essere rinnovato su richiesta del titolare.
"Per andare incontro a chi non ha ancora il patentino o a chi deve rinnovarlo, la Cia organizzerà nei prossimi mesi corsi destinati sia al rilascio sia al rinnovo del certificato di abilitazione per l'acquisto dei prodotti fitosanitari", spiega Fabrizio Bullano, responsabile tecnico Cipat. Per saperne di più, scrivere a
alessandria.cipaat@cia.it
Tutte le info negli uffici Cia di Alessandria, Acqui terme, Casale Monferrato, Novi Ligure, Tortona, Ovada.